Uomini soli PDF

Questa voce o sezione sugli argomenti biologia e antropologia non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. L’uomo è un essere umano adulto di genere maschile, della specie Homo sapiens. Con i termini “ragazzo”, “adolescente”, “bambino” si indica, nella terminologia comune, in relazione alle diverse età dello sviluppo e dell’accrescimento, un giovane uomo, che non ha ancora raggiunto la piena maturità sessuale uomini soli PDF l’età considerata adulta. La pubertà è il periodo di passaggio dall’infanzia all’età virile.


Författare: Attilio Bolzoni.

Il 2012 come anno di memorie. Memorie forti, amate e sconvolgenti. Vent’anni dalle stragi che annichilirono l’Italia. Capaci e via D’Amelio. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i simboli della magistratura che fecero da argine eroico alla pretesa della mafia corleonese di trasformare l’Italia in narco-Stato. Ma anche trent’anni dagli assassinii di Pio La Torre e Carlo Alberto dalla Chiesa, il comunista e il generale dei carabinieri stretti sin dalla loro giovinezza nel patto di guerra alla mafia. Quattro grandi vicende intrecciate indissolubilmente, quattro italiani che troveranno nei libri di storia lo spazio riservato oggi agli eroi risorgimentali. Un racconto collettivo scritto da Attilio Bolzoni, giornalista tra i più colti e sensibili, che ha memoria diretta di tutti e quattro i testimoni e che dalla redazione palermitana di «la Repubblica» ha spiegato per decenni all’Italia personaggi e retroscena, misteri e drammi pubblici della Sicilia insanguinata e mai rassegnata.

In quasi tutte le società, il passaggio più importante nella vita di un individuo è proprio la pubertà e molto spesso questo momento è segnato da un rituale molto elaborato. Un esempio che può essere citato è il Bar mitzvah della religione ebraica che si svolge quando un ragazzo ha 13 anni. L’iniziazione puberale o semplicemente l’inizio della pubertà spesso segnano l’inizio della vita sessuale attiva di un individuo. Adamo più prominente e voce più profonda. Geneticamente, e dal punto di vista della biologia molecolare, l’uomo, al di là di possibili patologie genetiche, è caratterizzato da cariotipo 46, XY. Gli organi sessuali di un uomo fanno parte del relativo apparato riproduttivo ed urinario, che si distingue notevolmente da quello femminile. Gli uomini hanno organi sessuali che sono prevalentemente esterni, anche se alcune parti del sistema riproduttivo maschile sono interne.

In generale, gli uomini soffrono delle stesse malattie delle donne. Ci sono tuttavia alcune malattie legate ad aspetti genetici, che sono tipiche, o intervengono più frequentemente, negli uomini. Per esempio l’autismo e la cecità ai colori sono più comuni negli uomini che nelle donne. Vi sono anche altre malattie che colpiscono esclusivamente gli uomini, e tra queste si evidenziano quelle che colpiscono la prostata, dato che questa è una ghiandola presente solo nell’apparato genitale maschile. Le malattie che colpiscono questa ghiandola hanno particolare rilievo, in quanto sono tra le patologie che si presentano con più elevata incidenza, per gli uomini di età superiore ai 60 anni. Lo stesso argomento in dettaglio: Identità di genere e Ruolo di genere.