Stelle e pianeti PDF

La Terra, che è casa nostra, orbita attorno al Sole compiendo una rivoluzione, ossia un giro, all’anno. Il Sole è il corpo di gran lunga più grande del sistema ed è quello che, con il suo calore, scalda tutti gli altri, che gli orbitano attorno. Questo insieme di corpi costituisce il Sistema Solare e si è originato da una medesima nube circa 5 miliardi di anni fa. Vedremo insieme alcune diapositive dei corpi principali del sistema, immaginando un viaggio dal Sole stelle e pianeti PDF la periferia.


Författare: Claudine Masson.

Una guida divertente che insegna ai più piccoli a riconoscere le stelle, identificare i pianeti, scoprire le costellazioni, osservare il Sole e la Luna. Età di lettura: dai 9 anni.

Noi percepiamo la luce del Sole e vediamo a volte il suo disco al tramonto o dietro una coltre di nubi. La luce che ci scalda impiega ben 8 minuti per arrivare fino a noi il che vuol dire – a circa 300. 000 km al secondo, ossia alla velocità della luce – che il Sole dista da noi circa 149. Se il Sole fosse grande un centimetro, la Terra sarebbe un granellino di polvere di un decimo di millimetro e si troverebbe alla distanza di un metro!

Come si può vedere dalle immagini, il Sole non è un posto tranquillo dove trascorrere il fine settimana. Dalla Terra, con i nostri telescopi opportunamente filtrati possiamo vedere vari fenomeni, come le macchie solari. C: se ci andaste in vacanza, non portatevi i soldatini di piombo perché si scioglierebbero. C: infatti manca un’atmosfera vera e propria in grado di mitigare l’escursione termica. Una curiosità: su Mercurio non ci sono stagioni, e quindi il Sole, durante l’anno, è sempre alla stessa altezza.

Ci sono dei crateri che non vedono mai il sole, e che quindi hanno sempre temperature estremamente fredde. Alcune indagini effettuate con radiotelescopi avrebbero evidenziato le caratteristiche riflessioni del ghiaccio. Venere, il secondo pianeta del Sistema Solare e quello la cui orbita è più vicina a quella terrestre. Lo si vede spesso al tramonto o all’alba, ed appare molto luminoso. Ha le stesse dimensioni della Terra, e probabilmente un tempo Terra e Venere erano simili. Lo sviluppo però è stato completamente diverso. C, tanto che le rocce appaiono luminescenti.

Non esiste acqua allo stato libero e c’è una pressione al suolo di circa 90 atmosfere. La sonda Magellan ha evidenziato la presenza di attività vulcanica in ere non troppo lontane. La Luna è stata in passato obiettivo di sei missioni spaziali umane e di tante sonde automatiche, delle quali vi mostrerò qualche immagine. 476 chilometri e si trova a circa 384.

Due fenomeni dovuti alla Luna li conoscete pure voi: le maree e le eclissi, che posono essere di due tipi: eclissi di sole e eclissi di luna. Marte, che è visibile ad occhio nudo. Ha due piccoli satelliti di forma irregolare, Phobos e Deimos, che sono due asteroidi catturati. Sono classificati in più famiglie, in base ai loro parametri orbitali e composizione chimica. Cerere, il maggiore degli asteroidi della Fascia Principale, che ha un diametro di circa mille chilometri e forma sferica. Giove, rispetto la Terra, è enorme: ha un diametro equatoriale di 143. La sua atmosfera presenta bande, nubi e macchie, ed è composta da metano, ammoniaca, H, He, C, N.

Emette tre volte più calore di quanto ne riceva dal Sole, contribuendo così a scaldare i suoi satelliti, che sono molto interessanti e che vedremo rapidamente. Giove, come tutti i giganti gassosi, presenta un anello, non visibile ad occhio nudo nemmeno con i telescopi più grandi, ma ripreso dalle sonde interplanetarie che l’hanno studiato. Io è grande come la Luna ma ha un’intensissima attività vulcanica: emette 100 volte la lava che viene prodotta da tutti i vulcani dalla Terra. La sua orbita è piena di particelle vulcaniche emesse dal satellite, composte soprattutto di zolfo. Europa ha il raggio di 1569 chilometri. Tuttavia alcune foto hanno evidenziato fenomeni che indicherebbero la presenza di un enorme oceano di acqua liquida sotto i ghiacci, forse riscaldata dalle forze mareali di Giove.