Sgt Kirk. Rinnegato! PDF

Il suo Corto Maltese è uno dei più noti personaggi del fumetto italiano e internazionale. Lo stesso Pratt è annoverato fra i maggiori autori sgt Kirk. Rinnegato! PDF fumetti mondiali di tutti i tempi.


Författare: Hugo Pratt.

Nella testa del sergente Kirk risuonano ancora le parole del commissario federale: “L’attacco contro di me e la mia scorta non può restare impunito. Prepariamoci a una spedizione punitiva! Repressione. La mia vendetta significherà la fine dei Comanche!”. Ma Kirk ha già partecipato a un massacro d’indiani, e non ha nessuna voglia di vederne un altro. Il sergente è in preda a una crisi di coscienza che lo spinge a lasciare l’esercito americano; da adesso in poi, combatterà al fianco dei più deboli.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale la famiglia di Pratt si trovava nell’Africa Orientale Italiana, dove il padre era stato arruolato nella Polizia dell’Africa Italiana. In quello stesso periodo realizzò anche il suo primo fumetto completo, Anna nella giungla. Per alcuni anni ha insegnato disegno a Buenos Aires e recentemente sono stati pubblicati alcuni bozzetti di quell’attività. La svolta importante nella sua carriera avvenne con l’incontro con l’imprenditore ed editore genovese Florenzo Ivaldi. Era il 1967 e i due decisero di aprire una rivista dal titolo Sgt. Nel 1970 Corto ritornò, questa volta sulle pagine della rivista per ragazzi francese Pif Gadget, ove vennero pubblicate ventuno brevi storie di cui il malinconico marinaio è l’assoluto protagonista. A metà degli anni settanta, Hugo Pratt strinse grande amicizia con il giovane Lele Vianello che, assorbendone la tecnica e lo stile, diventò suo braccio destro collaborando graficamente alle sue opere.

Attraverso le avventure del suo marinaio, Pratt si affermò come uno dei più importanti autori di fumetti al mondo. Oltre alla serie di Corto Maltese, Pratt è stato autore di un’altra serie d’avventura, Gli scorpioni del deserto, ambientata in Africa durante la seconda guerra mondiale e terminata da altri disegnatori dopo la sua morte. Il 24 aprile 1987, Pratt cede a CONG SA la proprietà e l’esclusiva dell’esercizio del diritto d’autore di tutta la sua produzione, passata e futura. Oggi sono proprio queste storie che ci restano in eredità: il 20 agosto 1995, infatti, Hugo Pratt muore di cancro del colon-retto senza riuscire a vedere la sua creatura, Corto Maltese, finire protagonista in televisione di una serie animata. La massoneria è esplicitamente citata nei racconti a fumetti Favola di Venezia e Wheeling. Nel 1988 vince il premio speciale Grand Prix de la ville d’Angoulême per il quindicesimo anniversario della manifestazione. Negli anni si sono susseguite generazioni di autori, appassionati di fumetto o semplici fan che hanno voluto tributare a Pratt o a Corto Maltese, il suo personaggio più famoso, un omaggio, sia quando Pratt era ancora in vita sia dopo la sua morte.

Nel 1971, il regista e critico cinematografico Ernesto G. Laura dedica a Pratt il cortometraggio documentario I mari della mia fantasia, che illustra il lavoro del disegnatore. Nel 2017, viene pubblicata su Topolino la storia Topo Maltese, una ballata del topo salato, omaggio a Corto Maltese e alla sua prima avventura in occasione dei 50 anni della pubblicazione della stessa, per i testi di Bruno Enna e i disegni di Giorgio Cavazzano. Le pulci penetranti, Venezia, Alfieri, 1971. La ballata del mare salato, Milano, A. Corto Maltese, Milano, Milano libri, 1974. Corte Sconta detta Arcana, Milano, Milano libri, 1974.