Raffreddore addio PDF

Scuola, addio al certificato medico Anche il Lazio elimina l’obbligo. Roma – Anche il Lazio dice addio al certificato medico per la riammissione a scuola. Raffreddore addio PDF la Federazione italiana medici pediatri in passato aveva espresso perplessità sull’abolizione dell’obbligo di presentazione del certificato medico.


Författare: Gudrun Dalla Via.

Un vero e proprio vademecum per combattere il raffreddore e altri acciacchi stagionali. Analisi delle cause e dei sintomi, validi accorgimenti per la prevenzione, molteplicità degli interventi e cure efficaci a base di rimedi privi di nocivi effetti collaterali sono i temi sviluppati in questa guida che consente di: impostare la strategia preventiva e terapeutica più adatta a ciascuno di noi; utilizzare tecniche per la soluzione di disturbi cronici o molto ricorrenti; analizzare ogni causa, evidente o nascosta; individuare validi e collaudati “rimedi dolci”; sperimentare un’ampia gamma di tecniche di guarigione semplici ed efficaci; ottenere utili suggerimenti pratici applicabili nella vita di tutti i giorni.

In alcuni istituti scolastici i pediatri avevano riscontrato «trascuratezza» nel segnalare casi di tubercolosi con «ritardi e omissioni» che avevano indirettamente favorito la diffusione del contagio. Nel 2014 ci fu anche un ricorso al Consiglio di Stato contro la decisione di abolire il certificato da parte della Liguria. Ma i giudici ritennero «legittima» l’abolizione. Quindi niente certificato per Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Liguria.

Nel centro Italia oltre al Lazio, ha abolito l’obbligo anche l’Umbria mentre il Veneto lo mantiene. Nelle regioni in cui l’obbligo è stato abolito dunque basterà un’autocertificazione da parte dei genitori. Per il Lazio l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato aveva sottolineato l’importanza di una «semplificazione che porta meno burocrazia per le famiglie e gli istituti scolastici» ma che allo stesso tempo non «abbassa i livelli della prevenzione in una Regione come il Lazio che è leader in Italia per quanto riguarda le coperture vaccinali». 15 novembre 2018 Come tanta gente ,normale media e super ,considero tutto ciò lassismo da aggiungersi alla varia ignoranza della scaduta educazione e ignoranza dei futuri italiani ! 15 novembre 2018 Una volta avevo ascoltato un vecchio dire ::: sol nel passato è il bello,! Poi ho capito che aveva ragione Tramandare il buono del passato è come fare il bagno ad un pesce,.