Poetessa maledetta PDF

Dai tabù sul sesso alla senilità. Una poetessa maledetta PDF che umilia la mia città. Contenuto alternativo per i browser che non leggono gli iframe.


Författare: Emy Harrison.

Ha fondato nel 1988 la rivista mensile Poesia che ha diretto per un anno. Patrizia Valduga è nata a Castelfranco Veneto. Giovanni Raboni per ventitré anni e a lui ha dedicato la postfazione dell’ultima raccolta del poeta scomparso, Ultimi versi, pubblicato dall’editore Garzanti nel 2006. Il difficile equilibrio tra lessico impetuoso e rigoroso rispetto della regola metrica che si trova in Medicamenta, sarà riprodotto nella raccolta La tentazione del 1985 e nelle poesie che verranno aggiunte in Medicamenta e altri medicamenta del 1989. Poi goccia a goccia misuro le ore. Ben diverso è il tono di Requiem, poemetto composto in ottave che regalano al testo un andamento narrativo ricco di pathos, superando la natura manieristica e secentesca che è possibile riscontrare nelle opere precedenti. Il volume raccoglie infatti le poesie scritte per la morte del padre dell’autrice, avvenuta nel 1991.

Requiem è il grido di una figlia che non riesce a darsi pace per questa perdita, guardando alla morte come qualcosa di immanente che cancella un rapporto, che non può essere interpretata come un passaggio attraverso un mondo ultraterreno che reca conforto. Il dolore è concreto e non c’è spazio per la religione, i miti antichi o la metafisica per lenirlo, c’è solo il pianto e la disperazione che inducono la poetessa ad invocare invano il padre, senza ricevere per questo alcun conforto. 2 dicembre di ogni anno, dal 1992, una nuova ottava si aggiunge alle ventotto precedenti, una riflessione, un appuntamento costante dell’autrice con la figura paterna, un rendergli conto della sua vita, ma anche per raccontare la sua sconsolata solitudine interiore. La donna, che tende a una fusione tra mente e corpo, utilizza un linguaggio basato sul dialogo mente-corpo, mentre l’uomo, prevalentemente concentrato sul piacere, usa un linguaggio più meccanico, spesso volgare e brutale.

Come ha scritto, in un articolo apparso sul Corriere della Sera, il giornalista Giuliano Gramigna, nel confronto uomo-donna “gli atti carnali equivalgono agli atti di parola”, in un “linguaggio osceno”, che fa “il godimento della coppia”. Prima antologia, edita da Einaudi nel 1998, unisce alle due precedenti raccolte, Donna di dolori e Corsia degli incurabili un Carteggio che l’autrice dice aver composto insieme ad uno sconosciuto poeta. Cento Quartine e altri versi d’amore come a voler affermare la sua continuità, è la rappresentazione in versi di ciò che accade dopo l’annebbiarsi dei sensi nella mente e nel cuore. Il poemetto “Manfred” è pubblicato da Arnoldo Mondadori Editore nella collana “Lo specchio” nel 2003 con la collaborazione del pittore Giovanni Manfredini.

In Lezioni d’amore si conclude il percorso che l’autrice aveva iniziato con Cento quartine e altre poesie d’amore e continuato con Quartine. Nel 2006, pubblicate da Garzanti in un libretto intitolato Ultimi Versi, sono state raccolte postume le poesie ancora inedite dello scrittore Giovanni Raboni, compagno di vita di Patrizia Valduga, con una postfazione della stessa, che comprende 23 commoventi poesie in rima composte nell’estate del 2004, durante la malattia di Raboni. Patrizia Valduga, oltre a scrivere versi, si è dimostrata abile traduttrice. Milano, Guanda, collana Quaderni della Fenice n. Franco Cordelli, Milano, Crocetti, collana Aryballos n. Luigi Baldacci, Torino, Einaudi, collana Collezione di poesia n. Milano, Mondadori, collana Il nuovo Specchio, 1991, ISBN 88-04-34459-8.

Per mio padre morto il 2 dicembre 1991, Milano, Crocetti, collana Kylix n. Venezia, Marsilio, collana Poesia, 1994, ISBN 88-317-6036-X. Milano, Garzanti, collana Teatro, 1996, ISBN 88-11-64031-8. Torino, Einaudi, collana Collezione di poesia n.

Requiem, Torino, Einaudi, collana Collezione di poesia n. Napoli, Edizioni d’if, collana I Miosotìs n. Torino, Einaudi, Collana: Collezione di poesia n. Biografia e indice di poesie su Homolaicus. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 29 gen 2019 alle 17:06.