Ombra e luce PDF

Questa voce o sezione sull’argomento voci comuni non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. L’ombra è l’area scura proiettata su una superficie da un corpo che, interponendosi tra la superficie stessa e una sorgente luminosa, impedisce il passaggio della luce. Nel caso di una sorgente luminosa puntiforme, l’ombra ha contorni netti: ogni punto della superficie o è ombra e luce PDF dalla sorgente o non lo è. Un’ombra è dovuta dall’ora del giorno, dal mese dell’anno, dalla latitudine, e dalla longitudine.


Författare: Mariangela Notaro.

La Vocazione di san Matteo del Caravaggio. Nel disegno e nella pittura la corretta rappresentazione delle ombre è fondamentale per ottenere un effetto tridimensionale realistico. Le figure colorate in modo uniforme appaiono irrimediabilmente “piatte”. Il contrasto tra luce ed ombra può essere usato anche per conferire drammaticità ad una scena. Un maestro indiscusso di questa tecnica è stato il Caravaggio. Mettendo il proprio corpo tra la fonte luminosa e la superficie si genera un’ombra che alla mente umana appare come un’immagine con un significato.

Nell’arte contemporanea, Mario Martinelli viene definito l’artista dell’ombra. Queste ombre hanno un particolare rapporto con gli edifici: a differenza delle sculture non occupano spazio e a differenza dei quadri non bendano il muro, ma sono una sorta di graffiti plastici che lo abitano con leggerezza e trasparenza. In molte culture l’ombra, l’oscurità e la tenebra vengono spesso associate al male, in contrapposizione alla luce che simboleggia il bene. Schema di un’eclissi totale di Sole. Sulla Terra si osservano due tipi di eclissi: l’eclissi solare, quando la Luna proietta la propria ombra sulla Terra, e l’eclissi lunare, quando avviene l’opposto.

Le rilevazioni statistiche della temperatura vanno sempre eseguite all’ombra, ovvero evitando di esporre il termometro alla luce diretta del Sole: in caso contrario i raggi solari riscalderebbero il termometro ad una temperatura molto superiore a quella ambientale, falsando la misura. Si racconta che Talete di Mileto fu il primo a misurare l’altezza delle piramidi egizie, misurando l’ombra che esse gettavano sul terreno nel momento in cui un’asta verticale gettava un’ombra pari alla sua lunghezza. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 12 feb 2019 alle 15:33. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. 2001 dell’autore spagnolo Carlos Ruiz Zafón. Nel 1945 il giovane protagonista, Daniel Sempere, vive con il padre, proprietario di un modesto negozio di libri usati, a Barcellona. Daniel, che è anche la principale voce narrante del romanzo, si sveglia all’alba del suo undicesimo compleanno angosciato perché non ricorda più il volto della madre, deceduta alla fine della guerra a causa del colera.

Qui lo invita, secondo tradizione, ad adottare uno dei libri e a promettere di averne cura per tutta la vita. La scelta ricade su L’ombra del vento dello sconosciuto autore Julián Carax. Daniel ne è rapito e legge il libro tutto d’un fiato. Il suo entusiasmo lo porta a cercare altri libri dello stesso autore, ma scopre che quella in suo possesso potrebbe essere l’unica copia sopravvissuta di tutte le opere di Carax. Tutte le vicende e le ricerche di Daniel si intrecciano con la storia della decadente Barcellona, ferita dalla guerra civile e dal franchismo, raffigurata spesso con toni foschi e sotto una pioggia battente.