Moby Dick PDF

La gobba come una montagna di neve! Il romanzo, scritto in un anno e mezzo, fu dedicato all’amico Nathaniel Hawthorne. Fu un fallimento commerciale: alla morte di Melville, nel 1891, l’opera era fuori stampa, e ne erano state vendute moby Dick PDF 3200 copie.


Författare: Christophe Chabouté.

“Bevete e giurate, voi che siete a prua delle lance fatali. Giurate morte a Moby Dick. Che Dio ci perseguiti tutti se non diamo la caccia a Moby Dick fino alla morte.”

Fu riscoperto solo negli anni Venti del ‘900. In una lettera a Hawthorne, Melville definiva il suo romanzo come il “libro malvagio” poiché il protagonista del racconto era il male, della natura e degli uomini, che egli però voleva descrivere senza rimanerne sentimentalmente o moralmente coinvolto. Moby Dick fu tradotto in italiano per la prima volta nel 1930 dallo scrittore Cesare Pavese che non riuscì a farlo pubblicare. Poiché l’edizione inglese mancava dell’Epilogo, che racconta la salvezza di Ishmael, sembrava che la storia fosse raccontata da qualcuno che si supponeva fosse perito.

Il fatto fu riconosciuto da molti recensori britannici come una violazione delle regole delle opere di fiction e una seria pecca dell’autore. Due avvenimenti reali costituirono la genesi del racconto di Melville. Il primo è l’affondamento nel 1820 della baleniera Essex di Nantucket, dopo l’urto con un enorme capodoglio a 3200 km dalla costa occidentale del Sud America. Il secondo evento fu la presunta uccisione, attorno al 1830, del capodoglio albino Mocha Dick nelle acque al largo dell’isola cilena di Mocha. Il narratore, Ismaele, è un marinaio in procinto di partire da Manhattan. Nonostante sia oramai piuttosto vecchio del mestiere per le esperienze vissute nella marina mercantile, questa volta ha deciso che per il suo prossimo viaggio s’imbarcherà su una baleniera.

Achab, che sembra non essere sulla nave, descritto da uno degli armatori come un grand’uomo, senza religione, simile a un dio, il quale è stato all’università e insieme ai cannibali. Poco dopo sul molo i due amici s’imbattono in un misterioso uomo dal nome biblico di Elia che allude a future disgrazie che colpiranno Achab. All’inizio sono gli ufficiali della nave a dirigere la rotta, mentre Achab se ne sta rinchiuso nella sua cabina. Una mattina, qualche tempo dopo la partenza, finalmente Achab compare sul cassero della nave.