Metafisica della matematica PDF

Lo metafisica della matematica PDF con tutti i grandi matematici! Misura del calore specifico dell’ottone a fumetti! Una presentazione di Power Point realizzata dal prof.


Författare: Bachelard Gastone.

Nel 1927, Gaston Bachelard partecipa a un convegno internazionale dedicato alla filosofia di Spinoza. Il testo della conferenza, finora inedito in Italia e praticamente sconosciuto alla critica, permette di comprendere come gli strumenti e i dispositivi concettuali dell’epistemologia bachelardiana fossero già strutturati nei suoi primi anni di ricerca. Il testo in questione, inoltre, rappresenta l’unica occasione in cui Bachelard abbia misurato apertamente le sue teorie epistemologiche con il pensiero spinoziano. La rilevanza storiografica della riscoperta di questa acuta riflessione giovanile darà sicuramente un nuovo orientamento agli studiosi del pensiero bachelardiano.

Cosa sono le figure di Lissajous? Topolino alle prese con il reattore Tokamak! Un programma di interpolazione realizzato da A. Gioca a scacchi sul tuo computer con Chess-it! Volete conoscere le esatte coordinate GPS di ogni indirizzo postale sul pianeta Terra?

Indovina che frutti nasceranno da questi fiori! Anna Elena Galli per l’aiuto fornitomi! Anna Elena Galli, 4,1 Mb, . Anna Elena Galli, 8,86 Mb, . Tutta la Seconda Guerra Mondiale in un Power Point! Quando sono nati gli stati del mondo? Alcune foto incredibili trovate nel Web!

Cos’era la stella dei Re Magi? Sandro Degiani, 18, 6 Kb, . Se non lo avete, scaricatelo cliccando qui sotto! Nel tentativo di superare gli elementi instabili, mutevoli, e accidentali dei fenomeni, la metafisica concentra la propria attenzione su ciò che considera eterno, stabile, necessario, assoluto, per cercare di cogliere le strutture fondamentali dell’essere. Uno degli intenti di questa disciplina consiste nello studio dei princìpi primi sotto il profilo qualitativo, a differenza della matematica che ne studia la quantità, o della fisica che ne studia l’aspetto naturale. Presupposto della metafisica è la ricerca sui limiti e sulle possibilità di un sapere che non può derivare in modo diretto dall’esperienza sensibile. Scopo della metafisica, in questo senso, è il tentativo di trovare e spiegare la struttura universale e oggettiva che si ipotizza nascosta dietro l’apparenza dei fenomeni.

Sorge pertanto l’interrogativo se una tale struttura, oltre a determinare la realtà, sia in grado di determinare il nostro stesso modo di conoscere, attraverso idee e concetti che trovano corrispondenza nella realtà. Secondo questa linea interpretativa, solo nel nostro intelletto è possibile formulare quei criteri di razionalità e universalità che ci permettono di conoscere il mondo: la semplice sensazione in atto, infatti, ha per oggetto cose particolari, la scienza invece ha per oggetto gli universali e questi sono, in un certo senso, nell’anima stessa. In considerazione di ciò si comprende come la maggior parte dei filosofi metafisici postulasse una differenza non solo tra coscienza e percezione sensibile, ma anche tra intelletto e ragione. Già con Aristotele, la metafisica è la scienza dell’essere perfetto, cioè lo studio di Dio: poiché infatti cercava le cause prime della realtà, essa così diveniva anche indagine su Dio.