Le tre città di Bari PDF

Attributipastorale, mitra, barba, tre sfere d’oro in mano, barile da cui sbucano tre bambini. La sua figura ha dato origine alla tradizione di Babbo Natale, personaggio noto anche al di fuori del mondo cristiano. Le sue reliquie le tre città di Bari PDF conservate, secondo la tradizione, a Bari e Venezia.


Författare: .

Dopo l’immobilismo, Bari sta cambiando. Ma le trasformazioni della “città di pietra” sono funzionali alle relazioni e alla vita dei suoi cittadini? Per rispondere al quesito, gli autori riflettono su tre delle problematiche che la città pone: mobilità, riqualificazione fisica e funzionale, rapporto tra lo spazio urbano e i suoi fruitori. Il volume si articola in cinque saggi. In un’alternanza di luci e ombre, il testo è animato dal desiderio di sollecitare il pubblico ad approfondire la conoscenza di Bari, nella convinzione che riflessioni e comportamenti consapevoli dei fruitori diventano il punto di partenza di un disegno strategico attento alla qualità della vita e alla valorizzazione dell’identità urbana.

Nacque probabilmente a Pàtara di Licia, intorno al 270 dopo Cristo. Non si hanno dati sulla sua infanzia. Quelli che si leggono spesso nelle sue vite, come il nome dei genitori Epifanio e Nonna, oppure il suo tenersi in piedi in preghiera da neonato, si riferiscono alla Vita di un monaco Nicola vissuto tra il 500 e il 564 nella stessa regione e che fu vescovo di Pinara. Morì a Myra il 6 dicembre, presumibilmente dell’anno 343, forse nel monastero di Sion.

Lo stesso argomento in dettaglio: Chiese dedicate a San Nicola di Bari. San Nicola è così diventato già nel Medioevo uno dei santi più popolari del cristianesimo e protagonista di molte leggende riguardanti miracoli a favore di poveri e defraudati. Si narra che Nicola, venuto a conoscenza di un ricco uomo decaduto che voleva avviare le sue tre figlie alla prostituzione perché non poteva farle maritare decorosamente, abbia preso una buona quantità di denaro, lo abbia avvolto in un panno e, di notte, l’abbia gettato nella casa dell’uomo in tre notti consecutive, in modo che le tre figlie avessero la dote per il matrimonio. Un’altra leggenda narra che Nicola, già vescovo, resuscitò tre bambini che un macellaio malvagio aveva ucciso e messo sotto sale per venderne la carne. Per questi episodi san Nicola è ritenuto un santo benefattore e protettore, specialmente dei bambini.