La tutela del tempo nel procedimento e nel processo PDF

Please forward this error screen to 46. Le province e i comuni, nonché gli enti pubblici riconosciuti come persone giuridiche, godono dei diritti secondo le leggi e gli usi osservati come diritto pubblico. Le la tutela del tempo nel procedimento e nel processo PDF sono regolate dalle disposizioni contenute nel libro V.


Författare: M. Concetta D’Arienzo.

La certezza del tempo dell’agire amministrativo costituisce un principio fondamentale dell’attività della P.A, ed il parametro di valutazione della qualità dell’azione amministrativa. Non a caso, sin dall’originaria formulazione della legge sul procedimento, l’obbligo di concludere il procedimento entro il termine stabilito è collocato all’art. 2 della legge n. 241 del 1990, nel capo relativo ai principi, tuttavia il legislatore del 1990 non faceva discendere alcuna sanzione specifica per i casi di mancato rispetto del termine del procedimento, ovvero di mancata o ritardata adozione del provvedimento.

Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico. La fondazione può essere disposta anche con testamento. L’atto di fondazione può essere revocato dal fondatore fino a quando non sia intervenuto il riconoscimento ovvero il fondatore non abbia fatto iniziare l’attività dell’opera da lui disposta. La facoltà di revoca non si trasmette agli eredi. L’atto costitutivo e lo statuto devono contenere la denominazione dell’ente, l’indicazione dello scopo, del patrimonio e della sede, nonché le norme sull’ordinamento e sull’amministrazione. L’atto costitutivo e lo statuto possono inoltre contenere le norme relative alla estinzione dell’ente e alla devoluzione del patrimonio, e, per le fondazioni, anche quelle relative alla loro trasformazione.

Gli amministratori sono responsabili verso l’ente secondo le norme del mandato. Le limitazioni del potere di rappresentanza, che non risultano dal registro indicato nell’articolo 33, non possono essere opposte ai terzi, salvo che si provi che essi ne erano a conoscenza. L’assemblea delle associazioni deve essere convocata dagli amministratori una volta l’anno per l’approvazione del bilancio. L’assemblea deve essere inoltre convocata quando se ne ravvisa la necessità o quando ne è fatta richiesta motivata da almeno un decimo degli associati. In quest’ultimo caso, se gli amministratori non vi provvedono, la convocazione può essere ordinata dal presidente del tribunale. Le deliberazioni dell’assemblea sono prese a maggioranza di voti e con la presenza di almeno la metà degli associati. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti.