La somministrazione di eparina PDF

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono la somministrazione di eparina PDF parere medico: leggi le avvertenze. La procedura di inserimento ha la durata media di circa 40-60 minuti, più il tempo necessario per la preparazione del campo sterile. La gestione dell’accesso venoso centrale può anche essere effettuata a domicilio, prestando attenzione al punto di inserzione.


Författare: Alessandro Nobili.

CVC, sia la farfallina che fissa il CVC alla cute. 7 giorni con cerotto plastico trasparente, e comunque ogni qualvolta il punto di inserzione risulti sporco o umido. Catetere centrali totalmente impiantabile tipo Port-a-cath, ovvero un CVC con reservoir completamente impiantato sottocute. The electrocardiographic method for positioning the tip of central venous catheters”, dicembre 2011. A Resource Guide for products and services available for Intravenous Therapy.

Anatomia dei vasi utilizzati per il posizionamento dei C. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 27 ago 2018 alle 14:47. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze. La sua azione viene efficacemente antagonizzata dal cloridrato e dal solfato di protamina.

Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre ad essere tra i farmaci più efficaci e sicuri nel sistema sanitario. Negli anni ’30 molti ricercatori focalizzarono i propri studi sull’eparina. Tra il 1933 e il 1936, i Connaught Medical Research Laboratories perfezionarono una tecnica sicura e non tossica per la produzione di eparina che poteva essere somministrata ai pazienti, in soluzione salina. I primi trial umani dell’eparina iniziarono nel maggio del 1935 e, nel 1937. La struttura tridimensionale dell’eparina è molto complicata poiché l’acido iduronico potrebbe essere presente in almeno due conformazioni a bassa energia quanto questa unità è localizzata al centro dell’oligosaccaride. In questo modello l’eparina assume una classica conformazione a elica, con un passo di 17 ångström su entrambi i lati dell’asse dell’elica.

In natura, l’eparina è un polimero con una catena di varie dimensioni. L’eparina è una molecola con attività anticoagulante naturale, prodotta nell’apparato di Golgi dei basofilociti e dei mastociti. AT-III a seguito del legame con l’eparina che permette la disattivazione del fattore Xa da parte dell’antitrombina stessa. Tale disattivazione del fattore X attivo necessita inoltre di un legame tra il pentasaccaride dell’eparina e il fattore Xa stesso.

LMWHs e fondaparinux mirano all’attività antifattore Xa piuttosto che all’attività antitrombinica, allo scopo di facilitare una più sottile regolazione della coagulazione e un indice terapeutico migliorato. Anche il monitoraggio del tempo di tromboplastina parziale attivata non è richiesto e non riflette l’effetto anticoagulante, poiché l’APTT è insensibile alle alterazioni del fattore Xa . Danaparoid, una miscela di eparan solfato, dermatan solfato e condroitin solfato può essere usato come anticoagulante in pazienti con HIT sviluppato. Il tempo parziale di tromboplastina non deve essere confuso con il tempo di protrombina, o PT, che misura il tempo di coagulazione del sangue attraverso un diverso percorso della cascata della coagulazione.

L’eparina viene somministrata per via parenterale perché non viene assorbita dall’intestino, a causa della sua elevata carica negativa e di grandi dimensioni. L’eparina non frazionata ha un’emivita di circa 1-2 ore dopo l’infusione, mentre la LMWH ha un’emivita di 4-5 ore. L’uso di LMWH ha consentito il dosaggio una volta al giorno, quindi non richiede un’infusione continua del farmaco. Se è necessaria una terapia anticoagulante a lungo termine, l’eparina viene spesso utilizzata solo per iniziare la terapia anticoagulante fino a un anticoagulante orale, per es. L’American College of Chest Physicians ha pubblicato delle linee guida cliniche sulla somministrazione di eparina. Enoxaparina: evitare la somministrazione di eparina non frazionata nei pazienti in terapia con enoxaparina, eparina frazionata, perché si potrebbe avere un’eccessiva anticoagulazione, non rilevabile con la misurazione del tempo di coagulazione attivata. Non è raccomandata la somministrazione di eparina in bolo endovena.

In caso di somministrazione sottocutanea, l’uso di aghi di piccolo calibro e del minor volume possibile riducono il rischio di ematoma locale. In dosi terapeutiche, agisce come anticoagulante, impedendo la formazione di coaguli e l’estensione dei coaguli esistenti all’interno del sangue. All’interno di cateteri venosi centrali o periferici. In particolare viene utilizzata per trattare e prevenire la trombosi venosa profonda, embolia polmonare e tromboembolia arteriosa. L’eparina sembra essere relativamente sicura per l’uso durante la gravidanza e l’allattamento. Gli effetti collaterali comuni includono sanguinamento, dolore al sito di iniezione e piastrinopenia.

Questa condizione viene normalmente invertita alla sospensione e in generale può essere evitata con l’uso di eparine sintetiche. Maggiore attenzione è necessaria nei pazienti con insufficienza renale . Questa anomalia non è associata alla disfunzione epatica e scompare dopo la sospensione del farmaco. L ‘iperkalemia può apparire entro pochi giorni dall’inizio della terapia con eparina. Più raramente, gli effetti collaterali alopecia e osteoporosi possono verificarsi con l’uso cronico di eparina. History of drugs for thrombotic disease. Discovery, development, and directions for the future.