La notte del leopardo PDF

Il nome caracal deriva dalla parola turca karakulak, che significa “orecchio nero”. Questa voce o sezione sull’argomento mammiferi non cita le fonti necessarie la notte del leopardo PDF quelle presenti sono insufficienti. Presenta un’altezza media di 50 cm, e può pesare da 14 kg fino a un peso poco superiore a 20 kg.


Författare: Wilbur Smith.

Craig Mellow, scrittore di successo in crisi, accetta la missione che gli affida la World Bank e torna in patria, nello Zimbabwe. subito si trova coinvolto in un feroce conflitto di interessi in cui si scontrano senza esclusione di colpi agenti dei servizi segreti, guerriglieri, politici corrotti e due ministri del nuovo regime, avidi e astuti come due leopardi in caccia nella notte… Sullo sfondo di una terra di maestosa bellezza, Craig si getterà in un’avventura incalzante, vibrante di passioni, che gli restituirà a poco a poco il significato, e il gusto, della vita, dell’amicizia, dell’amore.

25 cm, quindi relativamente lunga per un animale imparentato con le linci delle regioni fredde-temperate. Il ventre, il petto, e l’interno delle membra è grigio chiaro, quasi bianco, a volte picchiettato di punti rossastri o bruni. Sulla testa, il caracal è segnato da due strisce scure sotto gli occhi e da una macchia scura che circonda il muso. Come quasi tutti i felidi, il caracal è dicromatico, cioè esiste sotto due varietà: grigio o rosso-bruno. Nel 1970, due piccoli sono stati presi insieme in una grotta, nel sud della Nigeria. Uno era grigio scuro, l’altro bruno.

Questi piccoli caracal sono stati allevati nello zoo d’Ibadan. Nella Karamoja, in Uganda, sono stati catturati dei caracal del tutto neri. La distribuzione geografica del caracal copre l’Africa e una parte dell’Asia. Esso è molto raro nella Repubblica Centrafricana, ma lo si trova nel Ciad, nel Tibesti e nel nord del Camerun. La sua presenza nel Gabon non è confermata. In Africa del sud, il caracal abbonda nel Botswana e nel distretto di Gobabis, nel sud-ovest africano. Il caracal ama le regioni secche, aride e semidesertiche.

Preferisce i terreni scoperti ai luoghi boscosi o peggio ancora, per lui, umidi. In India lo si trova molto frequentemente in pieno deserto del Rajasthan. Esso va a caccia ugualmente nelle boscaglie spinose e L. Azzaroli afferma che, in Somalia, è stato visto molto lontano dai punti d’acqua.

La sua biologia non è ancora ben conosciuta. Di giorno si nasconde nelle tane delle volpi e del riccio. Quando il tempo è coperto il caracal a volte esce in pieno giorno per la caccia. Allora lo si può scorgere camminare trotterellando furtivamente.