L’avventura entusiasmante dell’Università Cattolica. Pellegrinaggio alle origini PDF

Questa voce o sezione sull’argomento educazione è l’avventura entusiasmante dell’Università Cattolica. Pellegrinaggio alle origini PDF o carente di note e riferimenti bibliografici puntuali. Policlinico Agostino Gemelli, intitolato al fondatore dell’Ateneo.


Författare: .

È piccolo il granello di senape, anzi, secondo la parabola evangelica, è il più piccolo di tutti i semi. Ma cresce fino a diventare un albero e gli uccelli del cielo possono annidarsi tra i suoi rami. Possiamo richiamare questa suggestiva parabola del grano di senape (cfr. Mt. 13, 31-32) per comprendere la storia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore: lungo gli anni un piccolo germe iniziale, messo a dimora con tenacia e con pazienza da padre Agostino Gemelli, da Armida Barelli e da altri collaboratori, si è notevolmente sviluppato. L’Università Cattolica, con le sue cinque sedi (Milano, Piacenza, Brescia, Roma, Campobasso) e con le sue quattordici facoltà, ha ampliato la propria offerta formativa per i circa quarantamila studenti iscritti e ha accresciuto il proprio prestigio in ambito nazionale e internazionale”.

Il progetto embrionale di una università cattolica nasce verso gli anni settanta dell’Ottocento, sostenuto da esponenti di tutte le correnti culturali cattoliche a cui fa da guida l’economista e sociologo Giuseppe Toniolo. Sede dell’Università Cattolica in Largo Gemelli a Milano, ristrutturata da Giovanni Muzio nel 1927-1934. Il 7 dicembre 1921 padre Agostino Gemelli inaugura a Milano, alla presenza del cardinale Achille Ratti, futuro Papa Pio XI, la nascita del nuovo Ateneo: la prima sede dell’Università si trova nel palazzo di Luigi Canonica in via Sant’Agnese 2 e i primi corsi attivi sono quelli di Scienze filosofiche e di Scienze sociali. Nel 1924, dopo l’approvazione da parte dello Stato dello statuto dell’Ateneo e con esso del riconoscimento legale dei titoli di studio, vedono la luce la Facoltà di Lettere e filosofia e la Facoltà di Giurisprudenza da cui, nel 1926, nascerà la Facoltà autonoma di Scienze politiche, economiche e sociali. Il complesso architettonico è situato accanto all’omonima basilica ed è tutt’oggi la sede centrale dell’Ateneo. Nel 1936 dall’Istituto superiore di Magistero nasce la Facoltà di magistero, oggi Facoltà di Scienze della formazione. Parzialmente distrutta dai bombardamenti nella notte tra il 15 e il 16 agosto 1943, la Cattolica è stata ricostruita dando il via a quello sviluppo che l’avrebbe portata allo stato attuale.

Durante i bombardamenti furono distrutti l’edificio d’ingresso, lo scalone e il lato dell’attiguo chiostro in stile ionico. Nel 1949, alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Luigi Einaudi, viene posata la prima pietra della Facoltà di Agraria a Piacenza. La Facoltà verrà istituita nel 1951 e il corso partirà ufficialmente nel novembre del 1952. Trent’anni dopo la fondazione, nel 1958, viene istituita a Roma la Facoltà di Medicina e chirurgia, fortemente voluta dal fondatore A. Gemelli, egli stesso laureato in medicina. In Italia, è la prima Facoltà a introdurre il numero chiuso. Nel 1965 a Brescia, con l’istituzione della Facoltà di Magistero, si inaugura una nuova sede dove, nel 1968, viene istituita anche la Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali: i corsi inizieranno ufficialmente nel 1971.

Ezio Franceschini, in primo piano, ascolta Mario Capanna, che col microfono, parla agli studenti. Il Sessantotto in Italia ha la sua scintilla iniziale all’interno dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano: a causa della decisione dell’Ateneo di aumentare le rette universitarie, il 15 novembre 1967 gli studenti compiono la prima occupazione dell’Università. Negli anni novanta nasce la Facoltà di Scienze bancarie, finanziarie e assicurative e si inaugura la Facoltà di Economia e commercio a Piacenza. Dopo un anno, nel 1991, nasce la Facoltà di Lingue e letterature straniere, dal 2001 Facoltà di Scienze linguistiche e letterature straniere, con sede a Milano e a Brescia. Nel 1999 viene attivata la Facoltà di Psicologia a Milano.

A partire dall’anno accademico 2000-2001 nel Campus della sede di Roma si avviano i primi corsi di Economia e management sanitario. Nel 2001 nasce a Milano la Facoltà di Sociologia. Nel 2004 il Rettore Lorenzo Ornaghi firma un accordo con il demanio dello Stato per la cessione della Caserma Garibaldi all’Università Cattolica di Milano. Con l’intesa si cerca di dar vita all’antico desiderio di padre Agostino Gemelli di creare una vera e propria cittadella del sapere, denominata “cittadella del sapere di Sant’Ambrogio”: l’acquisizione è il primo tassello per la riqualificazione dell’area intorno alla sede centrale e per la realizzazione di un nuovo “super campus”. L’espansione dell’Università continua nel 2007 con l’acquisizione di un’ala del seminario vescovile di Brescia di oltre 20. Nel 2013 viene inaugurato presso la sede di Roma il nuovo edificio universitario “Giovanni XXIII”, nuovo polo per gli studenti della Facoltà di Economia.

L’Ateneo offre anche diversi corsi Double Degree, ovvero corsi di laurea organizzati in collaborazione con università straniere e che rilasciano doppio titolo. Le Alte Scuole sono strutture di eccellenza che si occupano di ricerca e didattica, con una varia offerta formativa. Lo stesso argomento in dettaglio: Chiostri di Sant’Ambrogio. Basilica di Sant’Ambrogio di Milano, nell’antico monastero cistercense dell’abbazia di Sant’Ambrogio. La ristrutturazione del monastero benedettino, ad opera di Giovanni Muzio in collaborazione con l’ingegnere Pier Fausto Barelli, è iniziata nel 1929 e terminata vent’anni dopo.

Il progetto ha iniziato a prendere forma dal restauro dei chiostri bramanteschi del complesso ecclesiastico di Sant’Ambrogio, restauro profondamente contestato, dal quale presero forma i nuclei didattici iniziali. A questi corpi vennero poi aggiunti l’edificio d’ingresso, sede degli uffici e della Cappella Maggiore, esattamente in asse con il chiostro preesistente e collegato ad esso da un percorso porticato aperto. Collegio è costituito da due edifici indipendenti di cinque piani, collegati da un corpo di distribuzione orizzontale. Oggi le strutture sono due collegi distinti.