Isola PDF

Sull’isola ha sede la cittadina di Iqaluit, capitale amministrativa del Territorio del Nunavut. L’Isola PDF di Baffin è abitata, probabilmente da molti millenni, dalle popolazioni Inuit. Le tracce degli insediamenti più antichi risalgono intorno al 2400 a. A nord-est è separata dalla Groenlandia dalla baia di Baffin e dallo stretto di Davis.


Författare: Vanni Ronsisvalle.

1831. La sera del 9 luglio un’isola nuova emerge dal mare. Un’isola di cui nessuna carta nautica riporterà mai le coordinate. Le tre potenze navali che dominano nel Mediterraneo se la contendono, ognuno di quei governi impone persino un nome ad un fenomeno che non ha precedenti a memoria di geografo, in quel tratto di mare tra la Sicilia e l’Africa. Ora i migrantes vi annegano a migliaia. Trenta giorni dopo l’isola scompare. 1968. In una trattoria di Venezia, nelle pause delle riprese di un film per la tv con e sul poeta americano Ezra Pound si instaura un gioco letterario rievocativo di quell’evento troppo seducente per non offrirsi come una sfolgorante metafora biblica. Due giganti della letteratura mondiale, Ezra Pound appunto, e Alan Ginsberg per una convergenza di destini, accompagnano l’evoluzione di quella scrittura in versi sciolti che sera dopo sera l’autore leggerà a loro e ai componenti la sua troupe. Parodia o pastiche, il paradossale di questa contaminazione letteraria pronta per le musiche di Saty è che a tenerne a battesimo la stesura, seduti attorno al tavolo di quella trattoria, furono un poeta americano figlio di puritani del New England ammiratore di Mussolini, convinto antisemita, e un poeta americano ebreo, figlio di Naomi Livergant membro attivo del partito comunista americano.

L’isola è attraversata dalla Cordigliera Artica, la principale catena montuosa delle terre settentrionali del Canada. Istituto dell’Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 10 gen 2019 alle 22:58. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Non ha porti né approdi, solo ancoraggi al largo, ed è difficile da approcciare.

L’isola Bouvet è considerata una delle isole più remote del pianeta. La terra più vicina, Terra della regina Maud nell’Antartico, si trova a 1. Il suo peculiare microclima è in via di mutamento a seguito del surriscaldamento terrestre. L’isola Bouvet venne scoperta il 1º gennaio 1739 da Jean Baptiste Charles Bouvet de Lozier, che comandava le navi francesi Aigle e Marie. Comunque, la posizione dell’isola non venne determinata con precisione e Bouvet non circumnavigò la sua scoperta, così rimase incerto se si trattasse di un’isola o di parte di un continente. L’isola non venne riavvistata fino al 1808, quando venne individuata da un tale Lindsay, che era il capitano di una baleniera. Anche se non vi sbarcò, fu il primo a determinare correttamente la posizione dell’isola.

Il primo sbarco risale al 1822, quando un certo Capitano Morrell andò a caccia di foche sull’isola. Nel 1971, il 17 dicembre l’isola Bouvet e le acque territoriali adiacenti diventarono riserva naturale per decisione del governo norvegese. L’isola rimane disabitata, anche se una stazione meteorologica automatica vi venne installata nel 1977 dai norvegesi. Nell’aprile del 1964 la rompighiaccio della Royal Navy HMS Protector, raggiunse l’isola per investigare su una nuova formazione creata da un’eruzione vulcanica avvenuta circa 10 anni prima. Allan Crawford, scoprì una scialuppa abbandonata semi affondata in un lago ghiacciato, con dei rifornimenti ancora a bordo.

Il 22 settembre 1979, un test nucleare venne condotto tra l’isola Bouvet e le isole del Principe Edoardo. Bouvet, chiamata in modo ridondante “isola Bouvetøya”, è l’ambientazione del film del 2004 Alien vs. Nonostante sia disabitata, l’isola Bouvet possiede un suo TLD internet . Alcune spedizioni radioamatoriali si sono spinte fino a questa località remota. Il prefisso dei nominativi utilizzati a Bouvet è 3Y, lo stesso dell’Isola Pietro I.