Inganno Padano. La vera storia della Lega Nord PDF

Statua di Dionisio, scolpita da George S. Moneta raffigurante Aretusa, circa 405 a. L’opera di Diodoro Siculo in un manoscritto d’epoca medievale. Dionisio aveva come esempio di tale tregua proprio inganno Padano. La vera storia della Lega Nord PDF Pace di Gela.


Författare: Davide Romano.

Da oltre vent’anni la Lega Nord fa parte stabilmente del panorama politico italiano. Tutti ne conoscono i principali leader, i programmi, le parole d’ordine, la balzana simbologia. Sono pressoché ignoti, invece, taluni aspetti poco virtuosi che la pongono sullo stesso piano delle peggiori consorterie politiche della cosiddetta Prima Repubblica. Questo libro racconta alcuni retroscena volutamente sottaciuti attraverso le testimonianze di coloro che hanno creduto, all’inizio, alle idee moralizzatrici di Umberto Bossi, per staccarsene successivamente quando dalla propaganda si è passati alla gestione del potere.

La spedizione ateniese del 415 a. Un primo tentativo di imporre una tirannide si ebbe già con Ermocrate che saccheggiò vari territori sotto il dominio dell’epicrazia cartaginese, in tal modo riuscì a riguadagnare, in parte, il vecchio prestigio che aveva perso con l’esilio del 409 a. Lo stesso argomento in dettaglio: Alberi genealogici dei tiranni di Siracusa. Di seguito è rappresentato l’albero genealogico della famiglia di Dionisio. Le linee continue rappresentano i normali legami di discendenza, mentre le linee punteggiate rappresentano i legami matrimoniali. Dionisio nacque in una famiglia plebea di umili origini e di scarso peso politico della seconda metà del V secolo.

I primi disegni politici si hanno all’età di ventitré anni: egli si fece sentire tra le unità che sostennero Ermocrate e i suoi tentativi di sovvertimento. Ma nell’ultimo decisivo scontro rimase gravemente ferito e si diede quasi per scontata la sua morte. Tutti i ribelli, compreso Dionisio, furono processati ed esiliati. V secolo i Cartaginesi invasero per ben due volte la Sicilia, conquistando e distruggendo Selinunte, Himera e Akragas.