Il sistema informativo e i mercati degli strumenti finanziari. Un’analisi del grado di efficienza qualitativa nel mercato italiano PDF

1 Il sistema informativo e i mercati degli strumenti finanziari. Un’analisi del grado di efficienza qualitativa nel mercato italiano PDF intermediari finanziari ex art. Il Decreto Legislativo 13 agosto 2010 n. 141, attuativo alla direttiva comunitaria n.


Författare: Paola Fandella.

Una rilettura critica del manifestarsi della crisi finanziaria induce ad analizzare l’insieme di variabili in grado di determinare l’origine della funzione stessa di mercato finanziario. Un comparto o un insieme composito del mercato degli strumenti finanziari a tutt’oggi solo relativamente coinvolto nell’analisi delle responsabilità e nel modo di porsi rispetto alla crisi, concernente espressamente il “sistema delle informazioni” fruibili e necessarie a supporto delle decisioni finanziarie.

2008 ha sottoposto a una complessiva revisione la disciplina dei soggetti operanti nel settore finanziario contenuta nel Titolo V TUB ed ha previsto l’istituzione di un albo degli intermediari finanziari. 106 TUB ed elenco speciale di cui all’art. Il perimetro di operatività dell’intermediario finanziario è definito dall’art. 2, commi 3, 6 e 6-bis della legge 30 aprile 1999, n. Per attività di concessione di finanziamenti sotto qualsiasi forma si intende la concessione di crediti, ivi compreso il rilascio di garanzie sostitutive del credito e di impegni di firma.

L’attività di concessione di finanziamenti si considera esercitata nei confronti del pubblico qualora sia svolta nei confronti di terzi con carattere di professionalità. L’attività di concessione di finanziamenti si considera esercitata nei confronti del pubblico qualora sia svolta nei confronti di terzi con carattere di professionalità. 110 TUB, che estende l’applicazione dell’art. Il programma di attività sarà accompagnato dalla documentazione integrativa prevista dalle disposizioni di vigilanza: il tutto dovrà comunque esplicitare un progetto sostenibile di Ibrido finanziario e rispettoso della sana e prudente gestione.

L’intermediario finanziario unico può altresì esercitare attività strumentali o connesse rispetto alle attività finanziarie esercitate. Gli intermediari di minori dimensioni possono limitarsi ad adottare procedure di disaster recovery. Gli intermediari verificano con cadenza almeno annuale il grado di aderenza ai requisiti del sistema dei controlli interni e dell’organizzazione e adottano le misure adeguate per rimediare a eventuali carenze. 110 TUB introduce un sistema autorizzativo e obblighi informativi per l’acquisto di determinate quote del capitale degli intermediari finanziari e delle società finanziarie capogruppo.

La disciplina persegue l’obiettivo di evitare che gli azionisti rilevanti possano esercitare i loro poteri in pregiudizio della gestione sana e prudente dell’intermediario finanziario e della capogruppo. La Banca d’Italia, al fine di garantire la gestione sana e prudente dell’intermediario finanziario o del gruppo finanziario a cui si riferisce il progetto di acquisizione, valuta la qualità del potenziale acquirente e la solidità finanziaria della prevista acquisizione. In tale ambito viene altresì valutata l’insussistenza delle cause di incompatibilità e decadenza di cui all’art. L’intermediario finanziario sceglie il proprio sistema di amministrazione e controllo sulla base di una approfondita autovalutazione. L’articolazione degli organi aziendali deve essere conforme sul piano formale e sostanziale a quanto previsto dalla normativa per i diversi modelli di amministrazione e controllo. L’attribuzione di poteri a organi delegati o l’istituzione di specifici comitati rientra nell’autonomia organizzativa dell’intermediario finanziario. La ripartizione di competenze tra gli organi aziendali è definita in modo chiaro e garantisce una costante dialettica interna, evitando sovrapposizioni di competenze che possano incidere sulla funzionalità aziendale.

Esso composto da un numero di membri tale da garantire adeguata dialettica interna nell’assunzione delle decisioni, assicurando, secondo criteri di proporzionalità, una equilibrata ripartizione tra componenti esecutivi e non esecutivi. ICAAP, definisce e approva le linee generali del processo, ne assicura l’adeguamento tempestivo in relazione a modifiche significative delle linee strategiche, dell’assetto organizzativo, del contesto operativo di riferimento e promuove il pieno utilizzo delle risultanze dell’ICAAP a fini strategici e nelle decisioni d’impresa. Il direttore generale rappresenta il vertice della struttura interna e come tale partecipa alla funzione di gestione. L’organo con funzione di gestione ha la comprensione di tutti i rischi aziendali e individua e valuta i fattori da cui possono scaturire rischi per l’intermediario. Tale organo cura l’attuazione degli indirizzi strategici e delle politiche di governo dei rischi definiti dall’organo con funzione di supervisione.

Osservazioni, proposte e attività di verifica dell’organo con funzione di controllo sono adeguatamente documentate e conservate. L’organo con funzione di controllo mantiene il coordinamento con le funzioni di controllo e con il soggetto incaricato della revisione legale dei conti, al fine di accrescere il grado di conoscenza sull’andamento della gestione aziendale, avvalendosi anche delle risultanze degli accertamenti effettuati da tali funzioni e soggetti. L’organo con funzione di controllo informa tempestivamente la Banca d’Italia di tutti gli atti o fatti, di cui venga a conoscenza nell’esercizio dei propri compiti, che possano costituire una irregolarità nella gestione o una violazione delle norme che disciplinano l’attività dell’intermediario. Al fine di assicurare la sana e prudente gestione i soggetti che svolgono funzioni di amministrazione, direzione e controllo presso intermediari finanziari devono possedere requisiti di professionalità, di onorabilità e di indipendenza. L’individuazione dei requisiti e delle cause di sospensione dalla carica è demandata a un Regolamento del Ministro dell’Economia e delle finanze.