Il piano di studi della libera scuola Waldorf PDF

Le scuole con pedagogia steineriana sono oggi diffuse in tutto il mondo, il piano di studi della libera scuola Waldorf PDF coprono l’arco educativo che va dal pre-asilo fino a diciotto anni. Oltre alle scuole esistono anche istituti di pedagogia curativa. Secondo un rapporto ufficiale del 2017 sono presenti a livello mondiale 1092 scuole Waldorf delle quali 734 in Europa e 30 in Italia.


Författare: Caroline von Heydebrand.

Le scuole Waldorf basano il loro approccio educativo sull’antroposofia, una disciplina esoterica sviluppata da Steiner, per indagare e riconciliare quelli che ritiene i nessi sussistenti fra mondo fisico e mondo spirituale. Le scuole Waldorf nacquero nel contesto delle radicali trasformazioni in ambito sociale che caratterizzarono la Germania dopo la Prima guerra mondiale. La prima scuola fu fondata a Stoccarda il 7 settembre 1919 a seguito della richiesta di Emil Molt, direttore della fabbrica di sigarette Waldorf Astoria, di creare un’istituzione scolastica per i figli degli operai della fabbrica, dunque il movimento pedagogico deve il proprio nome alla fabbrica di sigarette. La scuola di Stoccarda, modello delle successive scuole steineriane, adottò fin dai suoi albori un insegnamento co-educativo, indirizzato cioè contemporaneamente a bambini e bambine, e fu la prima scuola in Germania ad unificare i tre distinti indirizzi della scuola media superiore previsti dal sistema scolastico tedesco. Negli anni successivi vennero create scuole Waldorf sia in Germania che in altri paesi: già nel 1929 vi erano scuole steineriane a Basilea, Budapest, Londra, Lisbona e New York. Durante il periodo nazionalsocialista le scuole Waldorf vennero gradualmente soppresse.

Nel 1934 un decreto del Ministero della Cultura e della Pubblica Istruzione proibiva l’istituzione di nuove prime classi. Nel 1935 venne proibita la Società Antroposofica fondata da Rudolf Steiner. Lo stesso argomento in dettaglio: Antroposofia. La pedagogia Waldorf ha i propri fondamenti teorici nell’antroposofia, una disciplina elaborata da Steiner per studiare le interazioni fra il mondo fisico e il mondo spirituale, di cui viene postulata l’esistenza.

Il corpo contiene l’io fisico, le forze e i processi vitali, e le strutture fisiche della coscienza: si esplica nella volontà. L’anima si incarna in un corpo e poi fuori da esso di nuovo in una esistenza spirituale: si esplica nel sentimento. Rifacendosi inoltre alla sua concezione di “triarticolazione sociale”, Steiner cerca di tradurre in pratica i principi di libertà della cultura, uguaglianza nella società politica e fratellanza nella vita economica. Queste tre sfere, secondo Steiner, devono essere autonome, ognuna retta da leggi ed amministrazione proprie, ma in armonica collaborazione fra loro.