Il mostro che ho dentro PDF

Eugène Delacroix, realizzato nel 1830 e conservato nel museo del Louvre a Parigi. Jules de Polignac, capo della Congregazione, cui affidò la guida di un governo clerical-reazionario. Fu proprio questo l’episodio che Eugène Delacroix volle immortalare nel suo dipinto, il mostro che ho dentro PDF La Liberté guidant le peuple e completato nell’autunno del 1830.


Författare: Merita Tavernelli.

La tela, esposta al Salon del 1831, fu acquistata per la bella cifra di 3. 000 franchi dal governo francese, che voleva esporla nella sala del Trono del palazzo del Lussemburgo come monito per il Re Cittadino Luigi Filippo, asceso al trono francese dopo la fuga di Carlo X. La Libertà che guida il popolo raffigura tutte le classi sociali unite in lotta contro l’oppressore, guidate dalla personificazione della Francia, Marianne, che in quest’opera assurge anche a simbolo della Libertà. La Libertà è circondata da una folla tumultuosa, dove Delacroix ha riunito persone di tutte le età e le classi sociali.

A destra della donna troviamo un ragazzino armato di pistole, simbolo del coraggio e della lotta dei giovani contro l’ingiustizia della monarchia assoluta. Dietro questi personaggi iconici si dispiega una massa indistinta di uomini, fucili, e spade: la battaglia, tra l’altro, non è priva di vittime. Alla base del quadro, infatti, giacciono tre cadaveri: a sinistra vi è un insorto dal corpo seminudo, con il macabro particolare del calzino sfilato, mentre a destra troviamo un corazziere e una guardia svizzera, appartenenti alla guardia reale che combatté la rivoluzione di quei giorni. Due, in particolare, sono le fonti iconografiche consultate da Delacroix per la realizzazione della Libertà che guida il popolo. La prima è la Venere di Milo, statua ellenistica ritrovata nel 1820 ed esposta al Louvre nel 1821: le sue fattezze, infatti, ricordano molto da vicino quelle della Libertà.