Il monachesimo medievale. Valori e modelli PDF

Il monachesimo medievale. Valori e modelli PDF documentazione viene usata dallo storico delle religioni nella consapevolezza che sta operando su contesti culturali e sociali assolutamente specifici o diacronici. L'”umanesimo” e i primi studi comparativi delle religioni. Ritratto in marmo del volto di un sacerdote risalente al I secolo a. La corona di alloro che cinge il capo ne indica la funzione sacrale.


Författare: Gregorio Penco.

Da quando anche la storia del monachesimo è studiata dal punto di vista della cultura, della spiritualità, dell’autocoscienza che il monachesimo stesso aveva di sé, in parallelo a quanto è avvenuto in diversi campi della ricerca storica, si sono dischiusi, al riguardo, numerosi e suggestivi orizzonti. Valori, modelli, rapporti tra identità e cultura, temi biblici e loro proiezione nel campo della spiritualità, simboli, testi e immagini sono alcuni degli spunti che paiono maggiormente interessati a questo genere di problematica. Speriamo possa giungere maggior luce su quel mondo così complesso e misterioso – e perciò così vivo e affascinante – che continua a essere il monachesimo medievale.

Conservato al Museo archeologico nazionale di Atene. Ritratto in marmo di un flamine, III secolo d. Erodoto fu motivato sia dal relativismo religioso sofistico, sia da un profondo interesse nei confronti delle culture “barbare”. Il manicheismo fu una religione perseguitata, al pari di altre, nell’Impero romano in quanto contrastava con il mos maiorum. In un ambito più aperto i romani accoglievano comunque tutti i riti che non contrastassero con il mos maiorum dei tradizionali riti religiosi, ovvero con il costume degli antenati. La vita umana giaceva sulla terra alla vista di tutti turpemente schiacciata dall’opprimente religione, che mostrava il capo dalle regioni celesti, con orribile faccia incombendo dall’alto sui mortali. Un uomo greco per la prima volta osò levare contro di lei gli occhi mortali, e per primo resistere contro di lei.

Traduzione di Francesco Giancotti in Lucrezio. XV secolo di Antonello da Messina. Nell’Occidente cristiano, l’ebraismo, come l’islām, verrà indicato come una religione solo a partire dal XVII secolo. Musée cantonal des Beaux-Arts di Losanna. A seguito dei massacri provocati dalle Guerre di religione i pensatori francesi del XVII secolo misero in dubbio la sovrapposizione delle nozioni di civiltà e religione fino a quel momento in vigore. Pico della Mirandola fu tra i primi studiosi occidentali ad affrontare in modo comparato differenti credenze religiose. Copertina dell’edizione di Lione del 1565 del De deis gentium di Lilio Gregorio Giraldi.