Il mistero del violino scomparso PDF

La pagina corrente utilizza i frame. Please forward this error screen il mistero del violino scomparso PDF cp2.


Författare: Geronimo Stilton.

Gli episodi della serie televisiva Il commissario Montalbano sono trasmessi in prima visione in Italia dal 6 maggio 1999. Il commissario Montalbano indaga sulla morte del ragioniere Lapecora, ucciso con una coltellata alla schiena nell’ascensore del suo palazzo. Interrogata, la moglie del ragioniere incolpa dell’accaduto l’amante di suo marito, una donna tunisina di nome Karima, scomparsa il giorno stesso dell’omicidio assieme al figlio di sei anni, François. Dopo aver ritrovato il piccolo, il commissario lo ospiterà a casa sua, dove viene amorevolmente accudito da Livia, la fidanzata del commissario. L’indagine è concentrata sulla morte di Michela Licalzi, trovata nuda e uccisa per soffocamento in una casa abbandonata. Indiziato principale è un ragazzo che provava un sentimento morboso verso la signora. Oggetto al centro della vicenda è un violino molto pregiato e costoso, appartenuto alla donna.

Nella mànnara, una vecchia fornace, due netturbini ritrovano il cadavere dell’ingegner Luparello all’interno della sua auto. Si pensa subito a una morte naturale dopo un amplesso con una prostituta. A Montalbano qualcosa non torna, e proprio per questo decide di non chiudere subito il caso, ma di investigare. Il commissario riceve la confessione del boss Tanu ‘u Greco, il quale vuole ritirarsi dall’organizzazione criminale mafiosa che non segue più l’antico codice d’onore. Ma la mafia non permette agli affiliati di andarsene e temendo che possa parlare lo uccide.

Arriva dal commissario un signore disperato perché non ha più notizie dei suoi anziani genitori. L’ultima volta erano stati visti su un pullman durante la gita che avevano fatto a Tindari, durante la quale avevano mostrato dei comportamenti strani. Nello stesso condominio dove vivevano i due, viene ritrovato il cadavere di un informatico, Nenè Sanfilippo. Catarella annuncia telefonicamente al commissario Montalbano di prima mattina che Alberto La Russa si era suicidato nel proprio laboratorio all’interno della sua casa, e sul luogo si trova Galluzzo. Nella stessa notte l’elettricista Ignazio Cucchiara viene trovato assassinato a Vigàta, e del caso si occupa Mimì Augello, il vice di Montalbano. Il commissario indaga sulla morte di Enea Silvio Piccolomini, un signore cieco, morto per la somministrazione di una dose eccessiva del medicinale che prendeva. La verità “scientifica” è stata ristabilita a seguito di una segnalazione dei Vigili del Fuoco.

Siamo a fine anno e il commissario, che riceve inviti da ogni parte per il cenone di Capodanno, non avrebbe proprio voglia di andare a Parigi con Livia. Tra gli altri è stato invitato da Adelina, la signora che gli prepara i pranzi e gli sistema la casa, contenta di poter festeggiare la fine dell’anno con i due figli che sono contemporaneamente ed eccezionalmente fuori di prigione. Giacomo Pagnozzi, che nell’episodio è solo un sospettato. Il ragioniere Gargano è scomparso e con lui tutti i soldi che molti cittadini di Vigàta gli avevano affidato sperando di investirli fruttuosamente. Insieme a lui anche un giovane, Giacomo Pellegrino, che lo aiutava nell’attività, non ha lasciato traccia. A Vigàta nell’arco di pochi giorni tre vecchiette vengono assalite da un ladro su una moto con il casco, che spara ma non riesce mai a uccidere.

Il commissario scoprirà che sparava a salve solo per creare dei precedenti per uccidere poi veramente una ricca signora. Questa signora teneva molto a cuore il suo gatto e il cardellino, grazie ai quali il commissario scopre come sono in realtà andate le cose. Il commissario non passa un bel momento, disturbato dalle notizie che provengono da Genova, pensa addirittura alle dimissioni dalla polizia. Montalbano durante la solita nuotata, ritrova un cadavere a cui cerca di dare un’identità. Durante la ricerca, partecipa all’arrivo di una barca di clandestini tra i quali c’è un bambino che tanto gli ricorda François. Biagio, un disabile mentale che gli confessa di aver consegnato la ragazza a un pericoloso delinquente implicato nella tratta delle bianche.

Su una strada fuori Vigata viene trovato lo scooter abbandonato di una ragazza, Susanna Mistretta, che in quel periodo sta passando un momento difficile per la depressione della madre, ormai in fin di vita. Il Commissario trova nel suo fidanzato Francesco un valido aiuto per diradare le ombre su quello che sembra subito uno strano rapimento. Un vecchio capomastro viene ucciso, investito da un’auto. Nel frattempo uno straniero misterioso viene trovato ucciso da un colpo di pistola alla nuca non lontano da un casolare isolato.