Economia del turismo culturale PDF

L’economia del Marocco è in fase di notevole sviluppo. La crescita economica, costante a partire dal 2003, ha economia del turismo culturale PDF di frenare l’emigrazione e migliorare esportazioni, infrastrutture e afflusso di capitali esteri. In ogni caso, il Marocco resta al 123º posto su 188 secondo l’Indice di sviluppo umano nel 2015.


Författare: Angela Besana.

Il turismo culturale è un’importante leva economica che può garantire all’Italia una leadership competitiva internazionale. Il libro affronta l’analisi di ciò che sono oggi cultura e creatività, secondo l’approccio teorico-analitico dell’economia politica e dell’economia applicata. Indaga, poi, delle caratteristiche della domanda e dell’offerta di turismo culturale, della natura dell’impresa culturale e creativa, del ruolo delle politiche e delle strategie per la crescita dell’economia culturale. In particolare, si approfondisce il ruolo dello Stato e del c.d. Welfare State privato di fondazioni, associazioni, sponsor ed altri finanziatori della cultura italiana. Particolare attenzione è, altresì, riservata al fundraising, quale priorità strategica per le imprese italiane. Il libro è arricchito da box e approfondimenti a formalizzazione teorica di noti modelli di economia e ad analisi di case histories di eccellenza.

Una coltivazione a parte è quella della cannabis coltivata nella regione del Rif a partire dal secolo XVII. Nel paese sono presenti inoltre miniere di cobalto, di piombo, di zinco , di argento, di manganese, di ferro, di rame e di carbone. L’industria marocchina è tra le più attive dell’Africa. Lo stesso argomento in dettaglio: Borsa di Casablanca e Bank Al-Maghrib. Il settore dei servizi in Marocco è in forte sviluppo.

I servizi sono altamente dinamici in particolare nel settore turistico, commerciale, bancario e finanziario. Casablanca è il più grande centro finanziario del Maghreb e tra i più importanti dell’Africa. Lo stesso argomento in dettaglio: Città imperiali. Il Marocco si è affermato come una delle maggiori mete turistiche dell’Africa e del mondo arabo, in particolare per quanto riguarda il turismo organizzato. Europa in testa Francia, Spagna e Germania.

Il Marocco ha firmato nel 1996 un trattato con l’UE, che è entrato in vigore nel 2000, che ha portato all’entrata in vigore di una zona di libero scambio nei termini del Processo di Barcellona. Il governo è impegnato a perseguire politiche volte a favorire una più rapida crescita economica e a ridurre la disoccupazione e la povertà. Il governo ha anche ammesso che per accelerare la crescita sono necessarie ulteriori riduzioni delle tariffe doganali e una semplificazione del regime del commercio. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 21 ott 2018 alle 19:50. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. I viaggi nell’antichità si facevano per motivi commerciali o religiosi, anche perché erano disagevoli, costosi e talora pericolosi.

I primi veri turisti della storia furono comunque i pellegrini. Francigena, Cammino di Santiago di Compostela ecc. Tale situazione, accompagnata alla forte commercializzazione del settore turistico, ha ovviamente cambiato parecchie cose. Il patrimonio culturale fornisce una certa autenticità della destinazione, e la fa distintiva e diversa.

Su patrimonio culturale si basa spesso il vantaggio competitivo rispetto ad altre destinazioni. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 27 nov 2018 alle 14:47. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. La metodologia della CETS fase II in Italia”, di S.

El modelo de desarrollo del Turismo Sostenible en el Parque Natural de la Zona Volcánica de la Garrotxa”, di J. Le iniziative di Federparchi per un marchio di sistema dei parchi italiani”, di P. MEET Project: a short presentation”, di L. Valorizzazione delle aree naturali protette come chiave di sviluppo turistico dei territori”, di F.