Cronache dal Giro d’Italia PDF

Visita la cripta di Mussolini: “Ha scritto storia d’Italia”. Tappa doverosa per portare omaggio a chi ha scritto 20 anni della storia italiana”. Sono queste le parole che accompagnano la fotografia della consigliera comunale di Lanuvio, Gabriella Ferrari, mentre posa sorridente vicino cronache dal Giro d’Italia PDF cripta Mussolini, a Predappio. Come scrive il Messaggero, la reazione della sinistra è stata durissima.


Författare: Vasco Pratolini.

Nel 1947, al Giro d’Italia, Coppi e Bartali danno il via al primo grande duello che li vedrà amici e insieme rivali, comunque idoli del grande pubblico. Li segue un cronista d’eccezione, Vasco Pratolini, affermatosi come scrittore neorealista già agli inizi degli anni Quaranta. Polvere, solleone, strade impervie, mulattiere, paesi e città ancora pieni di macerie della guerra… Ma soprattutto una folla immensa che, ai lati delle strade applaude con entusiasmo, spesso impedendo il passaggio dei corridori. Un affresco dell’Italia della ricostruzione postbellica.

Lunedì si terrà un consiglio con all’ordine del giorno una mozione “a sostegno dei valori e principi della costituzione repubblicana nata dalla resistenza antifascista”. Dal canto suo, la Ferrari non si tira indietro e definisce strumentali le polemiche della sinistra. Definisce la fotografia “di carattere esclusivamente storico”: “Se oggi per la sinistra lavorare per il sociale, aiutare gli anziani, i disabili, gli italiani in difficoltà e amare la propria terra è considerato fascismo – dice lei, come riporta il Messaggero – significa probabilmente che stanno toccando il punto più basso della loro storia. Questa ragazza ha le cosidette palle cubiche e fumanti:BRAVISSIMA.

Visto che c’é vada anche a San Sabba e alle fosse ardeatine oppure sulla tomba di Giacomo Matteotti! Anche questi luoghi ricordano quei venti anni di storia! Anpi: “Benito Mussolini è stato un criminale” e Stalin, Lenin, Mao e via discorrendo sono dei patrioti? Le stragi partigiane e le foibe sono da giustificare? PIANO PIANO SARANNO SEMPRE DI PIU’ COLORO CHE PARLERANNO, SCRIVERANNO, RICORDERANNO LE SCHIFEZZE , LE PORCATE, LE VIGLIACCATE FATTE DAI COSI DETTI “PARTIGIANI ” IN NOME NON SI SA DI CHE COSA, ASSASSINANDO MIGLIAIA DI PERSONE LE QUALI AVEVANO UN SOLO DEBOLE , AMARE L’ITALIA E LA LIBERTA’. PROSSIMAMENTE VEDRETE , VERRANNO TOLTI A TUTTE QUESTE PSEUDO ASSOCIAZIONI I CONTRIBUTI STATALI E ALLOARA SPARIRANNO COME NEVE AL SOLE .

Chi, veramente, fa schifo sono proprio i partigiani e quel lurido pezzo di carta straccia che si ostinano a chiamare la costituzione più bella del mondo. Patetici, nostalgici e ridicoli, questi sono gli antifassisti di oggi. Non hanno argomenti da contrapporre e si attaccano alla storia che neanche conoscono. Purtroppo 74 anni di antifassismo e per colpa di questi intelletuali sinistrati, l’Italia e sprofondata nel ridicolo. Mi disse: se ora io posso usufruire di cure balneari, della pensione, di cure mediche ecc. E’ forse quella che accolse e protesse gli assassini che uccidevano a sangue freddo e depredavano centinaia di cittadini inermi nel periodo 1944-1946 ?