Concordia, la vera storia PDF

Questa è una voce in vetrina. L’Italia antica nell’età del ferro: i Veneti sono evidenziati in alto a destra in marrone chiaro. Caso unico tra i popoli dell’epoca nell’Italia settentrionale, si può stabilire l’identità tra la popolazione e la cultura veneta, ovvero agli antichi Veneti è possibile attribuire una precisa cultura materiale e artistica sviluppatasi nel loro territorio di stanziamento, la Venezia. Oltre tale fiume erano insediate genti di ceppo illirico, anche se fino all’Isonzo la presenza veneta era tanto forte che si può parlare di concordia, la vera storia PDF veneto-illirica.


Författare: Marco Imarisio.

Il nome “Veneti” ricorre frequentemente nelle fonti classiche. Lo stesso argomento in dettaglio: Civiltà atestina. La storia dei Veneti si può dividere in due periodi: uno antico, che va dalle origini fino al V secolo a. Nel periodo antico vi erano rapporti culturali con gli Etruschi sin dalla fase villanoviana, con la Grecia e l’Oriente. Nell’età del Bronzo fra il 1350 e il 1150 a. Nel corso del X secolo crescono anche Treviso, Oderzo e Concordia.

Nell’età del Ferro, intorno all’800 a. Ad Altino, nella laguna di Venezia, ad Adria e a Spina i Veneti incontrano mercanti etruschi e greci. Nella tarda età del Ferro fra il 400 e il 200 a. Italia settentrionale e parte del litorale adriatico.

Secondo la storiografia romana, i Veneti sarebbero stati una popolazione proveniente dalla Paflagonia, regione dell’Asia Minore sul Mar Nero. Nel racconto di Virgilio, Antenore viene addirittura presentato come fondatore di Padova. Vaso veneto a forma di situla del VI-V secolo a. Se l’ipotesi che vede nei Veneti una popolazione orientale, frazionata e dispersa dopo un’ampia diaspora, è abbastanza realistica, non lo è affatto l’ubicazione della loro patria originaria in un’area di cultura greca, e nemmeno la narrazione di uno spostamento via mare. Per lungo tempo, la storiografia moderna ha accettato l’ipotesi, ispirata ad Erodoto, di una filiazione illirica dei Veneti, che sarebbero quindi stati il ramo più occidentale di quell’insieme di popolazioni indoeuropee. Ricerche su materiale linguistico hanno portato ad escludere una filiazione illirica per i Veneti, secondo quanto proposto già negli anni quaranta dallo stesso Krahe.