Come in alto così in basso PDF

Erodoto, identificarono i distretti in cui era suddiviso l’antico Egitto. L’Alto Egitto era suddiviso in 22 distretti, mentre il Basso Egitto ne comprendeva 20. I nomi si formarono durante il periodo Neolitico, quando alcune popolazioni nomadi si come in alto così in basso PDF nella fertile valle del Nilo e vi divennero stanziali ripartendosi il territorio.


Författare: George R. Mead.

Pubblicata per la prima volta a Londra nel 1910 e tradotta in italiano alcuni anni più tardi, Come in alto così in basso è un’opera il cui valore e la cui attualità di contenuti non possono essere messi in discussione. In questo libro la spiritualità costituisce la grande Armonia dell’uomo interiore che lo spinge verso la scintilla divina, fino a unirsi con la Coscienza Cosmica. Meditando su queste pagine si respira un’aria trascendente e immanente insieme talmente cosmica che fa pensare a un altro mondo o a un altro stato di coscienza più perfetto del nostro, da cui i Grandi Veggenti ci riportano quelle conoscenze che noi non siamo in grado di conoscere. L’insegnamento, allora, consiste nell’assaporare di questi Veggenti lo studio mistico e interessante di tutte le età misteriche.

Ma la primitiva ripartizione territoriale sopravvisse dando origine ai sepat in egizio e nomo in greco. Questi sepat avevano oltre al nomarca, un capoluogo proprio, le proprie divinità protettrici e usi religiosi propri con proprie festività locali. Queste province amministrative dureranno per tutto il periodo della storia egizia. Con Basso Egitto si indica la zona settentrionale dell’Egitto, ossia la regione del delta del Nilo. Il Basso Egitto era rappresentato dal papiro. A sostegno di ciò vi è la circostanza che ciascun distretto possedeva divinità specifiche, alcune delle quali, anche in relazione agli sviluppi politici, diverranno poi divinità nazionali dell’Egitto.

Alto Egitto, o Terra del giunco, come verrà definito in seguito nelle titolature reali. Un processo analogo avvenne, con ogni probabilità, a settentrione con la costituzione del Basso Egitto, la Terra dell’ape. L’unificazione di Basso Egitto e Alto Egitto e quindi l’inizio del periodo dinastico è attribuita a Narmer. Dal punto di vista amministrativo l’Alto Egitto era suddiviso in 22 distretti o nomi. L’Alto Egitto era rappresentato dal Loto egizio anche se durante la IV dinastia l’emblema araldico era sovente rappresentato dal giunco così come indicato anche nella titolatura reale unitamente all’ape che simboleggiava il Basso Egitto.

Con Medio Egitto si intende, per convenzione, la regione a nord di Tebe e a sud del Basso Egitto. Il termine è usato in modo particolare in riferimento al periodo storico detto Secondo Periodo Intermedio. Medio Egitto è un termine moderno usato dagli storici per indicare appunto la regione centrale della Valle del Nilo. Le Due Terre è il nome usato nell’antico Egitto per indicare l’unione dell’Alto e Basso Egitto. Le Due Terre erano l’Alto e il Basso Egitto ossia la valle del Nilo a partire dalla prima cateratta fino alla regione del Delta ed il Delta stesso. Lo stesso nome indica come, malgrado i lunghi periodi di unità politica ed amministrativa, la civiltà egizia si considerasse comunque l’unione di due realtà ben distinte: il deserto e la palude, il che si erano sviluppate indipendentemente nel periodo predinastico. Tale distinzione è rilevabile in molti altri aspetti della civiltà egizia come la contrapposizione tra Horo e Seth divinità tutelari del sovrano nelle due parti dell’Egitto.

Uto per il Basso Egitto e della dea-avvoltoio Nekhbet per l’Alto Egitto. Valle e l’ape quelle del Delta del Nilo. Questa pagina è stata modificata per l’ultima volta il 31 gen 2019 alle 11:44. Vedi le condizioni d’uso per i dettagli. Per la storia nel periodo medievale di paesi non europei si veda la voce Medioevo extraeuropeo. Lo stesso argomento in dettaglio: Rinascita dell’anno Mille. Parigi, Bibliothèque nationale de France, MS lat.