Che cosa diranno i vicini? PDF

Questa che cosa diranno i vicini? PDF la storia di Veronica. Che due anni fa ha scoperto un tumore già esteso. E, dopo poco, recidive ad altri tre organi.


Författare: Barbara Vasco.

Che cosa diranno i vicini di Michele Garapali quando scopriranno la verità sulla sua indagine? Michele lavora per una grande compagnia di assicurazioni, e nel suo campo è il migliore. Il suo compito unisce sensibilità e statistica, e consiste nell’individuare, tra i clienti che gli richiedono una polizza sulla vita, i potenziali suicidi. Ma quando finisce per decidere di ammazzarsi egli stesso, si rende conto di aver bisogno di qualcuno che si lanci con lui e decide di cercarlo tra gli inquilini del palazzo in cui vive. Nello stabile color caffelatte di via Brioschi 21 tutti mentono per coprire rinunce, vergogna e mediocrità, ma non sanno che l’inquilino del quinto piano ha bisogno delle loro bugie per realizzare il proprio macabro progetto; né possono immaginare, quando decidono di affidargli la stipula di una polizza contro i rischi del condominio, che questa decisione farà deflagrare le loro vite sghembe e scoperchiare le menzogne con cui hanno cercato sinora di rimanere a galla. Fino all’ennesima fandonia di gruppo, con cui riusciranno ironicamente a dimostrare che la verità, in fondo, è sopravvalutata.

L’oncologia ufficiale non ha dato alternative a Veronica, il protocollo è quello. Non ha mai abbandonato il suo lavoro di orchestrale, neppure nei momenti peggiori. Sentiamo come Veronica ha composto la sinfonia che l’ha guarita. Durante la chemio ero ingrassata 15 chili. Per combattere la nausea mangiavo pasta e tanti spuntini con il pane.

Ho cominciato a eliminare le farine raffinate e lo zucchero. Non solo: anche carne e latticini. Sono sempre stata golosa, mettevo due cucchiaini di zucchero nel caffè, ne bevevo tre o quattro, quindi ho tolto gli otto cucchiai di zucchero al dì. Spesso prendevo anche una Coca cola, con la scusa della pressione bassa. Dove o da chi ha appreso che questi sono errori alimentari? Ho quasi eliminato le proteine animali, ogni tanto il pesce azzurro o pochissima carne usata come condimento.

Ho sostituito la pasta bianca con grandi piatti di riso e quinoa. Trenta minuti prima di mangiare prendo l’ascorbato di potassio, adatto a contrastare l’acidità del corpo che è il terreno fertile del cancro. Poi inizio con una tazza di tè verde. Poi tanta frutta secca, noci, nocciole, anacardi. Cerco di variare il più possibile i cereali, quasi mai la pasta bianca.