Alopecia androgenetica femminile PDF

Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti alopecia androgenetica femminile PDF solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.


Författare: .

Questo libro vuole introdurre in modo sintetico, ma rigoroso, lo studio di una patologia che ricorre frequentemente nella popolazione nazionale. I danni rilevabili da alopecia androgenetica investono soprattutto la sfera psicologica e relazionale, poiché, nella rappresentazione estetica di sé, la capigliatura, specie nella donna, è considerata elemento fondamentale su cui fondare la propria avvenenza e costruire la propria immagine. Nella donna, più che per l’uomo, la terapia è per lo più efficace e legata a minori effetti collaterali, dato che si ricorre spesso alla somministrazione di antagonisti degli ormoni androgeni. Pertanto la precocità della diagnosi è di fondamentale importanza al fine di intervenire prima che il processo di atrofizzazione del follicolo pilifero diventi definitiva e porti alla morte del follicolo stesso. In tutto questo processo diagnostico un ruolo fondamentale viene giocato dal medico di base in primis, dallo specialista, naturalmente, ma anche da tutti quegli operatori del settore che svolgono la propria attività nell’ambito dell’estetica e della capigliatura. Il presente testo, quindi, si rivolge a tutte quelle figure professionali che ruotano attorno alla dimensione della capigliatura costituendo una valida occasione di approfondimento o di aggiornamento per i medici e i professionisti del settore, ma anche a coloro che, interessati all’argomento, desiderino approfondirne la conoscenza.

Questa voce o sezione sull’argomento malattie non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. La perdita di capelli androgenetica nell’uomo inizia sopra le tempie e al vertice, anche detto calvaria, dello scalpo. Man mano che progredisce, una striscia di capelli ai lati e posteriormente alla testa viene mantenuta. L’alopecia androgenica nella donna viene colloquialmente riferita come ‘calvizie femminile’, benché le sue caratteristiche possano verificarsi anche negli uomini. L’alopecia androgenetica è legata all’attività della 5alfa-reduttasi di tipo II, che trasforma il testosterone in diidrotestosterone.

Ad oggi non è più misteriosa la causa della calvizie, anche se ancora si convive con credenze e miti difficilmente sradicabili nell’opinione di molti. Da notare che sono colpiti solo i bulbi predisposti. La miniaturizzazione porta fino alla morte definitiva del bulbo e la perdita irreversibile del capello. L’enzima 5α reduttasi nelle sue forme chimiche di tipo I e II opera la trasformazione del nucleo delle cellule della papilla dermica e delle guaine epiteliali esterne. Non c’è ancora l’assoluta certezza riguardo ai geni causanti l’alopecia androgenetica.