A Est dell’Avana PDF

Questa voce o sezione sull’argomento centri abitati di Cuba non A Est dell’Avana PDF le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti. Cuba, di cui è anche il principale porto, il centro economico-culturale e il principale polo turistico.


Författare: Roberto Goracci.

Fondata nel 1514 dal conquistador Diego Velázquez de Cuéllar, con il nome di Villa di San Cristóbal de La Habana, fu una delle prime sette cittadine fondate dagli spagnoli nell’isola. Nel 1563 il governatore di Cuba trasferì all’Avana la sua residenza ufficiale, da Santiago di Cuba, sede fino ad allora del governo dell’isola, e ventinove anni dopo, il 20 di dicembre del 1592, Filippo II di Spagna conferì alla villa il titolo di “città”. Il suo patrimonio storico, architettonico e culturale, espresso dalla fusione tra europei, africani e aborigeni all’inizio, accanto a altri componenti etnici e culturali più contemporanei, convertono la città in un importante sito turistico. L’Avana si trova nell’isola di Cuba, arcipelago dei Caraibi.

La Provincia dell’Avana, malgrado sia una delle più piccole di Cuba, è di gran lunga la più popolata. In città vi sono molteplici stili architettonici, dalle case del XVII secolo alle costruzioni moderne. L’Avana è naturalmente una delle mete più importanti del turismo a Cuba e in generale di tutta l’America Latina. Nel porto dell’Avana, il più importante dell’isola, vi circolano la metà delle importazioni ed esportazioni cubane. Nella notte tra l’8 e il 9 luglio del 2005, i sobborghi orientali della città furono colpiti dall’uragano Dennis. Il clima dell’Avana è tropicale, così come nel resto dell’isola, tuttavia in inverno riceve una maggior influenza continentale, e le temperature sono più fresche. Fortaleza de San Carlos de la Cabaña 7508.

L’Avana fu bruciata da bucanieri nel 1538, e venne saccheggiata nel 1553 e 1555. Avana Vecchia, costruita alla fine del XVI secolo come convento francescano, fu alterata in stile barocco nel 1730. Cattedrale ortodossa: concepita dall’architetto russo Alexei Voronsov, si tratta di una edificio monumentale bizantino terminato nel 2008 e che occupa un’area di 1200 metri quadrati. Cimitero di Colombo: cimitero e museo a cielo aperto, il più grande cimitero di tutta l’America, noto per la bellezza delle sue sculture.

Fortaleza de la Cabaña: è una fortezza situata a est della baia ed è la più grande mai costruita dagli spagnoli in America. Fu costruita a partire dall’invasione inglese e fu terminata alla fine del XVIII secolo. Nell’attualità è la sede principale della Fiera internazionale del libro e della Biennale dell’Avana. Castillo de la Punta: costruito nello stesso periodo del castello del Morro per complementare la difesa della baia. Campidoglio Nazionale: Fu costruito nel 1929 per alloggiare il Senato e la Camera dei rappresentanti. Questo edificio colossale è visibile da quasi tutta la città con la sua cupola imponente. Al suo interno si trova la Statua della Repubblica rappresentata dalla dea greca Atena.

Attualmente al suo interno c’è l’Accademia delle scienze. L’Avana Vecchia, mantiene una ricca collezione di edifici in stile coloniale spagnolo, ed è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Quartiere del Vedado, il più rilevante turisticamente, dopo L’Avana Vecchia, include la calle 23, l’hotel Habana Libre, il Parque John Lennon, e la Plaza della Revolucion. Cristo dell’Avana, statua monumentale con vista sulla città, sulla collina “La Cabaña”. La Punta, punto d’inizio dell’avenida Paseo del Prado. Plaza Vieja: Sorse come spazio aperto nel 1559, dopo della Plaza de armas e Plaza San Francisco, anche se alcuni storici segnalano che fu la seconda piazza esistente all’Avana.

La città ha una grande popolazione di immigranti interni provenienti da tutte le province del paese, in particolare dalle province orientali. Una minoranza importante sono i discendenti di cinesi, giunti con ondate migratorie del passato. La popolazione dei non-cubani è molto bassa, ed è composta soprattutto da emigranti spagnoli emigrati durante la guerra civile, e, in misura minore, dai russi emigrati durante l’era sovietica e da profughi del Sahara occidentale. Plaza de la Revolución: il ministero degli interni e il rilievo del Che. Prima del 1961, L’Avana era il nome ufficiale del solo comune centrale di una area urbana che comprendeva almeno 6 comuni: L’Avana, Marianao, Regla, Guanabacoa, Santiago de las Vegas y Santa María del Rosario-Cotorro. URL consultato il 14 gennaio 2016.